Filtro polarizzatore: cos’è, quando è utile e come utilizzarlo per migliorare le tue foto

Home  /  Tutorial e Guide  /  Filtro polarizzatore: cos’è, quando è utile e come utilizzarlo per migliorare le tue foto

Uno dei filtri più conosciuti e utilizzati è sicuramente il filtro polarizzatore circolare, per gli amici “pola”. In questo articolo ti spiego tutto quello che devi sapere!

Quando è utile il polarizzatore

L’effetto del filtro polarizzatore è quello di polarizzare una parte della luce solare, cioè di eliminare alcune frequenze dello spettro visibile.
Questo ha l’effetto evidente di eliminare o ridurre i riflessi dalle superfici non metalliche.

Uno dei motivi che rende il polarizzatore così importante è che il suo effetto non è riproducibile adeguatamente con nessun software di fotoritocco attualmente disponibile (e probabilmente non lo sarà mai).
Il filtro polarizzatore circolare è indispensabile soprattutto nella fotografia di paesaggio, ed è utile in diverse situazioni:

Rendere il cielo più saturo e aumentare il contrasto con le nuvole bianche

Il pola permette di ottenere un cielo di colore blu molto saturo, con una sfumatura digradante verso l’orizzonte. Elimina o riduce la foschia atmosferica e aumenta il contrasto tra le nuvole bianche e il cielo blu.

filtro polarizzatore

Migliorare il colore del fogliame

Anche la superficie delle foglie riflette la luce e per questo motivo il colore della vegetazione risulta meno saturo in fotografia. In questi casi il pola aiuta a eliminare o ridurre il riflesso sulle foglie che appaiono così più sature.
Le foto qui sotto non sono state migliorate al computer, l’unica differenza è nell’uso del pola al momento dello scatto.

Senza filtro polarizzatore

Con filtro polarizzatore


Eliminare o ridurre i riflessi dall’acqua di mari, laghi, specchi d’acqua

L’acqua è una superficie in cui la polarizzazione della luce si nota particolarmente. Il pola ha la proprietà interessante di ridurre o aumentare il riflesso sull’acqua.
Le foto qui sotto non sono state migliorate al computer, l’unica differenza è nell’uso del pola al momento dello scatto.

Senza filtro polarizzatore

Con filtro polarizzatore


Eliminare o ridurre i riflessi dalle superfici in vetro

Non è facile ottenere un risultato perfetto alla luce del giorno, in quanto molti sono i riflessi che si combinano in questa situazioni, alcuni con piani di polarizzazione orientati diversamente.
Le foto qui sotto non sono state migliorate al computer, l’unica differenza è nell’uso del pola al momento dello scatto.

Senza filtro polarizzatore

Con filtro polarizzatore


Com’è fatto un filtro polarizzatore

Il filtro polarizzatore più diffuso è quello circolare con attacco a vite, disponibile per qualunque obiettivo delle moderne reflex digitali.
E’ costituito da due montature metalliche e due superfici in vetro. La prima montatura si avvita sulla filettatura dell’obiettivo mentre la seconda, quella più esterna, gira a vuoto sulla prima.
In questo modo è possibile modificare l’orientamento della polarizzazione, raggiungendo l’effetto di riduzione o aumento dei riflessi in ogni situazioni.


Come usare al meglio il polarizzatore

Dopo averlo avvitato all’obiettivo, si gira la seconda montatura fino a visualizzare nel mirino della fotocamera l’effetto desiderato, che sia di riduzione o di aumento dei riflessi.

3 cose da sapere per usarlo al meglio

  1. Il polarizzatore assorbe una parte della luce, riducendo la luminosità della scena da 1 stop (quando l’effetto di polarizzazione è meno visibile) a 2 stop (quando l’eliminazione dei riflessi è più visibile).
  2. Quando si usa un polarizzatore è che l’effetto è massimo quando l’angolo tra voi e il sole è di 90°, cioè quando avete il sole lateralmente, alla vostra destra o sinistra.
    Se il sole è di fronte a voi o alle vostre spalle l’effetto del polarizzatore sarà molto ridotto.
  3. La qualità del filtro è importante: è pur sempre un ulteriore strato di vetro (anzi due) che si aggiunge a tutti quelli dell’obiettivo. Per non peggiorare la qualità dell’immagine è importante scegliere un filtro di buona qualità, in proporzione alla qualità dell’obiettivo su cui sarà montato.

Vuoi imparare a usare meglio il polarizzatore?
Guarda il calendario dei viaggi fotografici e workshop

Commenti:

  1. michele di pinto ha detto:

    ho visto delle foto fatte con il polarizzatore
    il risultato mi piace molto

  2. Fabio ha detto:

    Il filtro deve essere rimosso per le foto con poca luce, giusto? (es la sera o al tramonto)

Commenta

sponsor

certificazioni

Adobe Certified Expert
© 2016 Gabriele Lorenzini  P.IVA 02445160399  -  Privacy policy  Cookie policy